Animali, la prima specie estinta nel 2020 è il pesce spatola cinese

Sono passati pochi giorni dall’inizio dell’anno e gi giunta notizia della prima specie estinta del 2020. Si tratta del pesce spatola cinese (Psephurus gladius, o Chinese Paddlefish in inglese) che vive(va) nel fiume Yangtze in Cina. Lo ha reso noto la rivista specializzata Science of The Total Environment. L’Iucn (Unione internazionale per la conservazione della natura) non ha ancora ufficializzato l’estinzione e si attende una comunicazione nel prossimo mese di giugno. L’estinzione, secondo gli autori dello studio guidati da Hui Zhang dell’Accademia cinese delle scienze ittiche, avvenuta tra il 2005 e il 2010, ma gi nel 1993 la specie era considerata funzionalmente estinta, cio non era pi in grado di riprodursi.

Com’era

Il pesce spatola cinese era lungo fino a 7 metri e pesava fino a 300 chili, tra i pi grandi pesci di acqua dolce del mondo. Era uno dei due unici discendenti — l’altro vive in America — di una linea evolutiva diversificata e molto diffusa tra 75 e 34 milioni di anni fa. Un tempo comune nel bacino dello Yangtze, uno dei fiumi pi inquinati al mondo e sbarrato da enormi e numerose dighe come quella delle Tre Gole, fino agli anni Settanta veniva pescato in quantit: circa 25 tonnellate all’anno. Ma gi alla fine di quel decennio, a causa della pesca eccessiva, della sovrappopolazione e dello smembramento del fiume in bacini sempre pi piccoli, la presenza dello Psephurus gladius sub un drastico crollo.


Cambiamento climatico, le specie a rischio nel Mediterraneo



Tartarughe marine


Per sempre

Una campagna di studio condotta tra il 2017 e il 2018 rinvenne 332 specie di pesci nello Yangtze, ma di altre 140 storicamente presenti non si trov traccia. Purtroppo del pesce spatola cinese non esistono esemplari negli acquari e nemmeno sono stati conservati tessuti con cellule potenzialmente viventi. In pratica lo abbiamo perso per sempre.

@PVirtus

9 gennaio 2020 (modifica il 9 gennaio 2020 | 19:35)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *